Zamioculcas Zamiifolia
Araceae
Tanzania
La zamioculcas è una pianta tropicale molto apprezzata per la sua facilità di coltivazione e per la sua resistenza a parassiti e malattie. La pianta si mostra resistente anche in condizioni difficili, quali, ad esempio, scarsa luce o disponibilità idrica limitata. Per crescere e completare il suo sviluppo, però, la zamioculcas può richiedere anche moltissimo tempo. Questa pianta, infatti, può impiegare anche trentacinque anni per svilupparsi. Ecco perché scienziati e ricercatori stanno studiando delle soluzioni e delle cultivar che crescano più velocemente.
Terreno: si adatta senza problema a qualsiasi problema, preferendo i suoli molto soffici e ben drenati; si può coltivare in un buon terriccio per piante grasse.
Esposizione: La pianta ama le esposizioni alla luce, ma non al sole diretto. All’interno bisogna quindi collocarla in uno spazio ben illuminato, ma senza il contatto diretto con i raggi del sole. Questi ultimi, infatti, finiscono per bruciare il fogliame della pianta. La zamioculcas resiste comunque anche a una bassa esposizione luminosa senza accusare danni o malattie. La luce, però, consente di migliorare e di velocizzare le possibilità di crescita della pianta.
Temperatura: Per velocizzare la crescita della pianta, la temperatura ideale deve essere compresa tra 18 ° C e 26 ° C. Temperature ancora più elevate danno un aumento della produzione fogliare.
Concimazione: La zamioculcas trae enormi benefici da una concimazione mensile durante la primavera e l'estate. Per questa operazione va usato un concime liquido bilanciato e ricco di macro e microelementi. Mescolare la soluzione secondo le indicazioni riportate sull'etichetta e distribuire con l’acqua di irrigazione.
Rinvaso: La zamioculcas viene coltivata prevalentemente in vaso, unico contenitore che consente di spostarla facilmente dall’esterno all’interno. La messa a dimora avviene all’inizio della primavera piantando le foglie recise da cui poi potranno svilupparsi le nuove piantine. La pianta va generalmente rinvasata ogni due o tre anni.
Può avvenire per seme, anche se sono di difficile reperimento; solitamente le zamie si propagano per talea di foglia: le foglie vanno prelevate in autunno e interrate in posizione eretta in un composto costituito da torba e sabbia in parti uguali; solitamente la parte aerea secca completamente, mentre nel terreno si sviluppa una radice carnosa che darà vita alla nuova pianta la primavera successiva.
Per svilupparsi in maniera sana, la zamioculcas ha bisogno che il terriccio venga mantenuto costantemente umido, ma non inzuppato. Le irrigazioni devono dunque essere sufficienti a mantenere una costante umidità del terreno. L’acqua non deve mai essere somministrata in eccesso, perché i ristagni causano la rottura e il danneggiamento dei rizomi. Al contrario, un terreno troppo asciutto rischia di causare la caduta delle foglie e di trasformare la pianta in una specie decidua. Quindi, durante le stagioni fredde, se la pianta è all’esterno, conviene non irrigare, in estate, invece, conviene irrigare fino a quando il terreno non appare umido. All’interno, la pianta va irrigata solo quando il terriccio appare completamente asciutto.
Teme il marciume radicale e la cocciniglia.

qr-code

Sei interessato ad ulteriori dettagli?
X